Traslocando…

Ero qui che mi arrovellavo su che nome dare a questo mio appartamento virtuale ed il nome è arrivato insieme ad una canzone di Loredana Bertè passata alla radio. Non sempre i traslochi implicano una movimentazione manuale di pacchi e scatoloni, a volte nelle scatole chiudiamo ricordi, sentimenti, sensazioni. Ci mettiamo su una bella striscia di scotch per sigillare il tutto ed evitare che risalga a galla e poi le spostiamo in una zona remota e buia della nostra memoria, dove rimarranno fino a nuovo ordine, fino a quando potranno essere riaperte senza fare più male.

A volte sono parti di noi stessi che spostiamo, del nostro carattere, della nostra personalità. Questo mi piace, questo no, questo lo tengo, questo meglio modificarlo. Una condizione che mi rispecchia. Per questo mi sento da sempre e sempre in movimento, perennemente nomade in me, costantemente alla ricerca del mio posto, di una collocazione. Quale nome migliore quindi per chi, come me, crede ogni volta di aver trovato qualche certezza e ogni volta, invece, deve inscatolare nuovamente tutto e ripartire?

In questo trasloco continuo, che almeno qui io possa trovare un luogo sicuro dove venirmi a rifugiare, dove parcheggiare momentaneamente tutti gli scatoloni in attesa di collocazione.

Annunci