Treni d’estate

Amo le stazioni, amo i treni, sono il mio mezzo di trasporto preferito (insieme ai pattini). Il treno ti da modo di riflettere, percepire lo spostamento, cambiare umore e smaltire i brutti pensieri mentre procede, di stazione in stazione. Ti guardi intorno, gente che scende, gente che sale, immagini le storie e le vite delle persone, dove saranno dirette, ascolti conversazioni, la vicina di poltrona che racconta al telefono di essersi appena lasciata col ragazzo, coppiette di fidanzati si baciano fino all’ultimo secondo, prima che le porte si chiudano e il treno porti via l’uno o l’altra verso una destinazione lontana. Lo sferragliare sonnolento e sussultante, la calma placida che sa di pennichella pomeridiana, di canicola estiva. Elogio della lentezza, che ogni tanto fa piacere anche quella. E fa niente se il treno porta un pò di ritardo.

(Foto personale)

image

Annunci