Ritratto di signora

Stanotte ho sognato che una conoscente mi aveva fatto un ritratto, a mia insaputa. I tratti erano decisi, netti, i capelli come schiaffeggiati da una folata di vento. Bianco e nero, solo la bocca era dipinta di rosso. Gli occhi ben aperti, l’espressione sorpresa di chi si volta di scatto e realizza di essere osservato. Sulla tela era stato appuntato un foglietto di carta a quadretti, vicino agli occhi, con su disegnati degli occhiali, solo uno schizzo a matita, poco definito. Io le chiedevo di toglierlo e di non dipingere gli occhiali sulla tela. Perché? Perché ci sono cose che non sono pronta a mettere a fuoco o, al contrario, perché scelgo di vedere la realtà e il mondo coi miei occhi, senza filtri e condizionamenti esterni?

Annunci